Zheros – Un tuffo nel passato

Compra

Zheros è il primo videogioco sviluppato da Rimlight Studios, una compagnia italiana fondata nel 2014 con sede a Catania. Il team ha come obiettivo la realizzazione di giochi graficamente accattivanti con un solido gameplay vecchia scuola giocabili praticamente da chiunque e in grado di regalare tante ore di puro divertimento.
Dopo aver ammirato il titolo durante la scorsa GamesWeek di Milano, siamo davvero lieti di aver avuto la possibilità di fare un analisi più approfondita del gioco che fin da subito aveva attirato la nostra attenzione.

Zheros

Zheros è un beat’em up in cui l’obiettivo è quello di distruggere a suon di pugni nemici e oggetti. I personaggi giocabili sono Mike e il capitano Dorian, entrambi membri della squadra Zheros e impegnati a difendere l’universo dal contorto piano del malvagio Dr. Vendetta, intenzionato a trasformare ogni creatura vivente in uno dei suoi tirapiedi.
Le caratteristiche dei due personaggi sono molto simili e condividono le combo e i movimenti. Mike è in grado di sfoderare attacchi lenti ma potenti mentre il capitano Dorian sfrutta la sua velocità per attacchi rapidi ma più deboli. Oltre alle animazioni e alle differenze visive, la scelta del personaggio non influisce più di tanto sulla giocabilità e l’esperienza di gioco è pressoché la stessa.
Ogni personaggio ha principalmente tre tipi di attacco. Due di questi attacchi sono molto comuni nel genere beat’em up e semplicemente sono l’attacco veloce e l’attacco potente. Il terzo attacco invece materializzerà un arma da fuoco nelle mani del vostro personaggio da usare per sparare a più non posso contro i nemici. A parte gli attacchi saranno inoltre disponibili altri comandi base che riguardano il salto e la difesa.
Zheros
Avanzando nel gioco, sarà possibile migliorare il proprio personaggio utilizzando i punti RP che verranno assegnati al termine di ogni livello. Anche se non è necessario per proseguire nel gioco, per completare totalmente un livello bisognerà trovare una stella nascosta che potrebbe essere più o meno facile da scovare. Comunque i livelli possono essere rigiocati più volte in qualsiasi momento quindi non disperate se non riuscite a fare tutto la prima volta.
Per quanto riguarda i nemici, ne affronterete parecchi e saranno anche molto vari. Tra robot con armi e scudo, robot di forma ovale che sganciano mine, tori meccanici e altre stranezze, incontrerete davvero un sacco di creature bizzarre e il loro unico obiettivo sarà quello di fermarvi per evitare che intralciate i piani del Dr. Vendetta. Anche se alcuni nemici sembreranno difficili da abbattere, ricordate che c’è sempre un punto debole da colpire ma sta a voi trovarlo.
Il gameplay di Zheros è abbastanza semplice e ricorda molto lo stile arcade dei classici cabinati da sala giochi dei primi anni 90. Fondamentalmente bisogna attraversare i livelli eliminando tutti i nemici e “rompendo” gli oggetti di contorno alla ricerca di punti extra, salute e munizioni. Alcuni potrebbero trovare questo tipo di gameplay un pò ripetitivo ma si tratta pur sempre di un beat’em up e se avete familiarità con il genere sapete benissimo cosa aspettarvi.
Zheros
Tecnicamente parlando, Zheros è realizzato in maniera eccellente. La grafica si presenta con dei vasti ambienti 3D molto dettagliati e in stile cartone con un sacco di oggetti animati sullo sfondo. Anche la colonna sonora, veloce e battente, si adatta bene al gioco anche se alla lunga potrebbe sembrare un pò troppo ripetitiva.
Zheros è senza dubbio un buon gioco che rappresenta perfettamente il genere beat’em up mescolando presente e passato in modo da offrire un esperienza arcade di alto livello.

Purtroppo questo genere può non piacere a tutti e ci sono degli aspetti che potrebbero infastidire alcuni giocatori. Come da tradizione, i beat’em up non hanno dialoghi e la storia del gioco viene raccontata interamente tramite testi a schermo e piccole sequenze video realizzate con la grafica del gioco. Per quanto questa scelta al giorno d’oggi possa sembrare assurda, noi siamo d’accordo con i programmatori e crediamo che l’introduzione dei dialoghi o comunque di una trama troppo “complessa” avrebbe stravolto la natura del gioco.

Tirando le somme, Zheros è un gioco divertente e spensierato da giocare in tutta tranquillità e senza pressione, magari anche in compagnia di un’amico seduto affianco e giocare in co-op “locale” proprio come si faceva una volta andando a giocare in sala giochi. Se siete amanti del genere beat’em up e avete passato l’adolescenza a giocare titoli come Final Fight, Double Dragon, Streets of Rage e simili, Zheros è un gioco assolutamente imperdibile che vi riporterà indietro negli anni facendovi provare un pizzico di nostalgia ma sopratutto tanto divertimento.

Si ringrazia caldamente Rimlight Studios per averci fornito una copia Xbox One del gioco da recensire.

7

Buono

Amante di tutto il mondo videoludico, ha iniziato a scrivere fin da giovane su diverse riviste tra cui Gamescenter.it, Nzone.it, PlayNow.it, Gameplayer.it come bad_boy. Tra i suoi giochi preferiti ci sono Half Life, Jagged Alliance, la serie di Bioshock e tutto quello che riguarda Batman, LEGO compresi!

Hai dimenticato la password