Quantum Break – E’ tutta una questione di tempo.

Compra

Ormai dovremmo sapere che giocare con il tempo non porta mai ai risultati sperati e addirittura nella maggior parte dei casi le conseguenze sono catastrofiche. Eppure sono anni che film, libri e racconti di ogni genere ci mettono in guardia. Quantum Break non è da meno e ci racconta, in puro stile Remedy, una storia meravigliosa e complessa totalmente incentrata sui viaggi nel tempo e sulle conseguenze che causano.

Dopo le avventure di Alan Wake, Remedy continua a puntare sulle storie interattive aggiungendo questa volta una maggiore azione di gioco ad un trama intrigante e convincente fin da subito. Anche se Quantum Break risulta profondamente diverso dai precedenti titoli Remedy come Alan Wake e Max Payne, ci saranno diversi momenti che ve li ricorderanno. Comunque il gioco si discosta molto dalle ambientazioni dark e surreali a cui eravamo abituati a favore di una realtà più mainstream con delle sfumature Sci-Fi.

Quantum-Break 2

 Trattandosi di un gioco totalmente incentrato sulla trama e sulle scelte che verranno effettuate, cercheremo di svelare il meno il possibile per lasciare intatto quel senso di mistero e stupore che ci ha accompagnato durante la nostra sessione di gioco.

Quantum Break racconta la storia di due fratelli, Jack e William, che a causa dell’amico Paul si ritroveranno coinvolti in una lotta contro una potentissima multinazionale, la Monarch Solutions, che gli da la caccia per aver scoperto troppo sulle losche attività dell’azienda. Ovviamente il tutto coinvolge una serie di altri personaggi ed eventi ma come già detto, preferiamo non svelare altro per non rovinarvi la sorpresa.

Anche se il gioco ha una partenza abbastanza lenta, dove sarete comunque impegnati a guardarvi intorno e prendere confidenza con l’ambiente, dopo una paio di atti le cose si faranno alquanto bollenti e interessanti. Nonostante le nostre azioni siano abbastanza pilotate, durante i combattimenti saremo liberi di agire come preferiamo e l’esito delle battaglie dipenderà completamente dalla nostra abilità nell’uso del gamepad. Inoltre gli scontri sono molto ben bilanciati e dovremo ricordarci di utilizzare i potenziamenti a disposizione per migliorare le abilità del nostro personaggio e avere la meglio sugli avversari.

Oltre alle armi da fuoco che potremo sottrarre ai soldati della Monarch, avremo a disposizione una serie di abilità, tutte legate alla manipolazione dello spazio-tempo, che potranno essere migliorare nel corso del gioco. Una volta che saremo in grado di padroneggiare tali abilità, le battaglie saranno molto più gratificanti e divertenti, permettendoci di combattere alla pari contro i nemici che man mano diventeranno sempre più ostinati.

Quantum-Break 1
La parte più intrigante di Quantum Break rimane comunque la storia che racconta e c’è veramente da fare i complimenti agli sviluppatori della Remedy per la destrezza con cui hanno gestito la narrazione specialmente durante i punti di giunzione che ci costringeranno a prendere decisioni cruciali influenzando la continuazione della trama. Come spesso accade in questo genere di giochi non è possibile scoprire tutto subito e consigliamo di rigiocarlo più volte per trovare oggetti che ci sono sfuggiti la prima volta e magari prendere decisioni diverse per vedere come evolve la storia cambiando le carte in tavola.

A livello tecnico, avendo a che fare con un titolo di punta, è quasi scontato dire che tutto è ai massimi livelli e le potenzialità della console Xbox One sono state ben sfruttate. Nonostante Quantum Break giri a 720p la qualità grafica è molto alta e la sopraffina cura dei dettagli ci mette in un modo credibile e realistico. Il gioco ha uno stile molto cinematografico e un ottimo lavoro è stato fatto nella digitalizzazione dei volti degli attori che sono sembrati molto coinvolti nella recitazione della parte.

Quantum-Break 3

Anche il comparto audio, grazie alle licenze ottenute, vanta una meravigliosa colonna sonora e la partecipazione dei doppiatori originali che prestano le voci ai personaggi anche nelle produzioni televisive. Ricordiamo infatti che per la realizzazione di Quantum Break sono stati ingaggiati una serie di attori professionisti tra cui spiccano Shawn Ashmore, Dominic Monaghan, Aidan Gillen, Lance Reddick e molti altri ancora.

In conclusione, Quantum Break è un gioco “stellare” che porta nettamente l’inimitabile impronta di Remedy Entertainment offrendo una straordinaria combinazione tra un racconto di fantascienza e uno shooter. La sua componente live-action è ben fatta, ben recitata e dannatamente coinvolgente rendendo il gioco piacevole in tutto. L’unione tra sparatorie e poteri funziona splendidamente riuscendo a regalare alcuni scontri decisamente epici.

L’avventura dura all’incirca 10 ore ma come già detto si può facilmente rigiocare più volte per scoprire ogni aspetto della particolare trama. Come Max Payne e Alan Wake, Quantum Break ha già creato l’attesa per un eventuale sequel, dimostrando così che questo genere ha ancora molto da raccontare.

Non resta che dire che siamo di fronte ad un gioco superlativo che unisce narrativa e gameplay per un risultato sorprendente e arrivato a questo punto vorremmo tornare indietro nel tempo per poterlo rigiocare di nuovo, tutto da capo, come fosse la prima volta.

Quantum-Break 4

Si ringrazia caldamente Microsoft Italia per averci fornito una copia Xbox One del gioco da recensire.

Pro

  • Trama originale e coinvolgente
  • Gameplay divertente e gratificante
  • Grafica ai massimi livelli

Contro

  • Qualche bug
  • Caricamenti lenti
  • Qualche raro calo di framerate
9

Straordinario

Amante di tutto il mondo videoludico, ha iniziato a scrivere fin da giovane su diverse riviste tra cui Gamescenter.it, Nzone.it, PlayNow.it, Gameplayer.it come bad_boy. Tra i suoi giochi preferiti ci sono Half Life, Jagged Alliance, la serie di Bioshock e tutto quello che riguarda Batman, LEGO compresi!

Hai dimenticato la password