Assassin’s Creed‬ Chronicles: India – Un diamante è per sempre

Compra

La saga Assassin’s Creed è in circolazione ormai da molti anni, anche se la partenza non è stata delle migliori proponendo ai giocatori un’esperienza ambiziosa ma ripetitiva.
Da allora, grazie a numerosi studi globali di Ubisoft, la serie è cresciuta moltissimo diventando uno dei più grandi franchise in grado di sfornare giochi tripla A con cadenza annuale, senza contare inoltre la pubblicazione di fumetti e il prossimo debutto Hollywoodiano.
Con l’uscita di Assassin’s Creed Syndicate, Ubisoft è riuscita a riconquistare la fiducia dei fan dopo il mezzo passo falso di Unity, offrendo un’esperienza gratificante in una nuova ambientazione storica e dimostrando che dopo tutti questi anni la serie potrebbe ancora offrire tanti momenti di divertimento.
Come già accaduto lo scorso anno, per ingannare l’attesa tra un capitolo è l’altro Ubisoft insieme allo studio indipendente Climax presentano il secondo episodio della trilogia Chronicles che, dopo le avventure in Cina, questa volta è ambientato nella città indiana di Amritsar. Con un nuovo protagonista, Arbaaz Mir, un gameplay ridefinito, visuali migliori e un periodo storico ancora più emozionante, riuscirà il nuovo Assassin’s Creed Chronicles: India ad essere ricordato a lungo? Andiamo a scoprirlo.

I recenti titoli di Assassin’s Creed sono passati attraverso molteplici ambientazioni storiche con svariati protagonisti, offrendo alcune esperienze davvero memorabili come Rogue e Syndicate, ma anche molte da dimenticare come Unity e sfortunatamente il primo episodio di Chronicles ambientato in Cina.
Con Assassin’s Creed Chronicles India, la serie introduce Arbaaz Mir, un assassino che fa del suo meglio per emulare l’affascinante e suadente Ezio Auditore dei precedenti episodi. Il protagonista risulta ben caratterizzato quindi, ma purtroppo la storia del gioco non lo è affatto e in pratica non ha molto da raccontare limitandosi a brevi sequenze animate all’inizio e alla fine dei capitoli. Per quanto minimalista comunque la trama scorre bene ma il periodo storico e il carisma del personaggio non sono stati per niente sfruttati tralasciando degli aspetti che con il loro potenziale avrebbero potuto fare la differenza.

L’eterna lotta tra Assassini e Templari si sposta in India durante la complessa situazione che affliggeva il paese nel 1841. Assassini come Arbaarz Mir sono visti come i protettori della gente comune, sempre pronti ad aiutare l’impero Sikh a resistere alla Compagnia delle Indie Orientali, controllata dai Templari, alla ricerca del famoso diamante Koh-i-Noor scopertosi essere un potente frutto dell’Eden. Tuttavia, come accennato in precedenza, la trama e i personaggi avrebbero potuto fornire una storia avvincente ma il risultato finale lascia un po’ a desiderare.

Assassin's Creed Chronicles India (1)

Se avete già giocato ad Assassin’s Creed Chronicles: China, in questo nuovo episodio non troverete molte differenze. Il gioco mantiene le meccaniche base del platform 2.5D aggiungendo giusto alcune opportunità di stealth e combattimenti ispirati ai titoli “maggiori” della serie.
L’obiettivo principale è quello di attraversare il livello nel modo più furtivo possibile, sfruttando lo scenario arrampicandosi in giro e nascondendosi dalle guardie di pattuglia. Come in China, i giocatori verranno premiati in base allo stile utilizzato per completare il livello e ovviamente le ricompense maggiori si otterranno dando nell’occhio il meno possibile. Ogni livello ha diversi obiettivi e traguardi raggiungibili che permetteranno di migliorare le statistiche e le abilità di Arbaaz Mir.

Inutile dire che per ottenere il punteggio massimo dovrete armarvi di tanta pazienza e riuscire a sopportare numerosi tentativi falliti prima di riuscire nel vostro intento. I nemici che incontrerete durante il vostro percorso sono abbastanza vari e ognuno con diverse armi tra cui scimitarre, fucili e altre cose del genere. Fortunatamente Arbaaz Mir ha un paio di nuovi trucchi che gli permetteranno di destreggiarsi con eleganza tra i nemici grazie anche all’utilizzo del Chakram, una sorta di lama da lancio circolare, in grado di tagliare corde e altri oggetti dello scenario da utilizzare per fuggire velocemente o abbattere gli avversari. I combattimenti sono ben realizzati, anche se ogni tanto si verificano dei problemi di puntamento e vi ritroverete ad attaccare un nemico diverso da quello che avevate agganciato. Nonostante questo con un pò di pratica sarete in grado di gestire al meglio il vostro assassino alternando abilmente gli attacchi e riuscendo anche a schivare i proiettili.

Assassin's Creed Chronicles India (2)

Assassin’s Creed Chronicles: India è graficamente meraviglioso ed è in gran parte dovuto allo stile visivo, realizzato in cel-shading, pieno di colori vibranti. Il gioco ha nun aspetto molto complesso e dettagliato anche se il motore grafico basato sull’Unreal Engine mostra i segni del tempo con poche opzioni grafiche e tempi di caricamento delle texture un pò più lunghi su computer datati.
La colonna sonora è realizzata bene, riuscendo a mantenere lo stile indiano anche nei momenti più frenetici. E’ bello anche sentire non solo gli accenti indiani durante i dialoghi dei personaggi principali, ma anche i dialetti nativi dei nemici e delle persone comuni che si trovano per strada.

Assassin’s Creed Chronicles: India è un buon gioco e di sicuro ha fatto dei passi avanti rispetto al precedente China. Ci sono ancora alcuni problemi durante i combattimenti e l’IA dei nemici è spesso irregolare e poco brillante. Nonostante tutto i margini per un miglioramento ci sono e speriamo davvero che il terzo episodio, Russia, sarà in grado di portare delle novità migliorando anche questi problemi persistenti.

Si ringrazia caldamente Ubisoft Italia per averci fornito una copia del gioco da recensire.

Pro

  • Stile grafico splendido
  • Periodo storico interessante
  • Livelli e nemici molto vari

Contro

  • Trama e personaggi poco approfonditi
  • Combattimenti a volte impacciati
  • Alcuni obiettivi sono frustranti
6.4

Sufficiente

Amante di tutto il mondo videoludico, ha iniziato a scrivere fin da giovane su diverse riviste tra cui Gamescenter.it, Nzone.it, PlayNow.it, Gameplayer.it come bad_boy. Tra i suoi giochi preferiti ci sono Half Life, Jagged Alliance, la serie di Bioshock e tutto quello che riguarda Batman, LEGO compresi!

Hai dimenticato la password